Aziende
# È tempo di pulire il camino
# È tempo di pulire il camino

Una curata installazione dura più a lungo e consente di economizzare combustibile, di proteggere l’ambiente mantenendo l’aria pulita e di prevenire dei pericolosi incidenti nelle nostre abitazioni.

Bacco, tabacco e Venere, stanno bene vicino al fuoco e a un po’ di cenere. Così recita un vecchio proverbio che si identifica bene con il soggetto del nostro articolo. La storia racconta che per svolgere una buona pulizia della canna fumaria venivano addestrati bambini orfani o mendicanti che, grazie alla loro magrezza, erano particolarmente indicati per entrare in quei luoghi angusti. Oggi invece il mestiere dello spazzacamino è stato valorizzato e si presenta interessante per molti giovani. Lo studio, della durata di tre anni, comprende una formazione professionale di base (tirocinio) in una ditta di pulizia dei camini e la frequenza dei corsi alla Scuola professionale artigianale industriale (SPAI) di Lugano-Trevano, a settimane alterne 2 giorni alla settimana. Lo spazzacamino, munito di spazzole, scope, aspiratori, compressori e di altri attrezzi e apparecchiature, assicura la pulizia dei camini, il controllo e la manutenzione di tutte le installazioni a combustione e di evacuazione del fumo. Un mestiere di particolare importanza per la sicurezza della nostra casa o appartamento, non solo perché lo spazzacamino si occupa di pulire la canna fumaria, ma anche perché è in grado di controllare il corretto funzionamento dell’impianto fumario, verificando eventuali anomalie.

Una canna fumaria sporca può causare malfunzionamenti al caminetto o alla stufa a legna, rimandare il fumo nella stanza anziché all’esterno e intossicare chi vive in tale ambiente | Gli avvelenamenti da monossido di carbonio possono essere causati anche da una canna fumaria che non riesce più a svolgere correttamente la sua funzione. Un comignolo intasato può persino prendere fuoco. Pertanto una regolare pulizia di essi è indispensabile per prevenire ogni tipo di incidente. La regolare manutenzione richiede che l’impianto fumario del camino venga pulito da entrambi i lati, quindi sia dall’accesso posto in casa, sia dal comignolo solitamente situato sul tetto. La manutenzione del caminetto di casa è un intervento che di norma andrebbe effettuato almeno una volta l’anno. Ma in alcuni casi, in seguito a un utilizzo costante del camino, potrebbe essere necessario intervenire più spesso. Ogni utilizzatore può facilmente verificare quando un camino è sporco. Se si constata un forte odore di fumo attorno a esso e la caduta di fuliggine quando si chiude lo sportello regolatore della canna fumaria la telefonata a uno spazzacamino deve essere immediata, per evitare di ritrovarsi anche la casa cosparsa di polvere e cenere.

Con un po’ di attenzione e qualche curioso trucchetto

L’esperienza dei nostri nonni ci può aiutare a contribuire a una efficace prevenzione prima dell’intervento a norma di legge dello spazzacamino.

  • Per facilitare la rimozione della cenere, ogni tanto è utile spargere una manciata di sale grosso sulla legna che sta bruciando, questo permetterà di ridurre il volume della fuliggine (e quindi il fumo) e di pulire più facilmente il caminetto una volta spento. Dopo aver rimosso il grosso della cenere con scopetta e paletta, spargete dei fondi di caffè umidi sulla base del camino e, sempre con scopetta e paletta, raccogliete tutto: l’umidità dei fondi di caffè impedirà che si alzi la fastidiosa polvere di cenere.
  • Per pulire invece i ferri, la griglia para scintille e gli alari in ferro battuto del caminetto potete utilizzare una spugnetta d’acciaio o una spazzola di ferro, ricordatevi di spazzolare delicatamente per non danneggiare le parti decorate. I ferri del caminetto diventeranno perfetti se li passate, a fine stagione, con del lucido da scarpe nero; strofinateli prima con una spazzolina e passate poi un panno morbido di cotone per eliminare eventuali residui. Se i ferri presentano delle parti in ottone puliteli con una pasta composta da 1/2 tazza di sale fino e il succo di 1/2 limone. Usate uno spazzolino da denti morbido per arrivare a pulire anche i decori.

© Riproduzione riservata

# È tempo di pulire il camino
Torna indietro
Iscriviti alla newsletter