Aziende
# Elettricista, il professionale artigiano dell'energia
# Elettricista, il professionale artigiano dell'energia

In una nuova costruzione sono sempre i primi che iniziano i lavori e gli ultimi che li terminano. Infatti, cominciano con l’allacciamento elettrico per l’impresa di costruzione e terminano per ultimi con la posa di lampadari.

L'elettricista è una professione dinamica che affascina sempre molti giovani d’ambo i sessi, in particolare coloro che dispongono di una buona manualità, una capacità di lavoro in squadra, pazienza e precisione. Si tratta di un’attività che richiede un certo impegno anche dal punto di vista fisico e, aspetto non indifferente, quello di possedere una percezione corretta dei colori. I suoi compiti spaziano dall’installazione alla manutenzione, riparazione degli impianti elettrici, sia civili, sia industriali. I suoi sbocchi professionali possono seguire due vie. Infatti, può operare in proprio o alle dipendenze di aziende, nell’edilizia civile e industriale o per privati. Deve essere in grado di leggere gli schemi d’impianto, selezionare i materiali da assemblare ed eseguire i lavori di tracciamento, la posa dei cavi, l’installazione dei dispositivi di funzionamento e sicurezza oltre a disporre di una capacità di adattarsi all’evoluzione tecnologica. Inoltre deve collaudare il lavoro e redigere il verbale, diagnosticare eventuali guasti degli impianti e individuarne le cause e ripararli. La loro è una presenza indispensabile durante tutta la fase di una costruzione. Sono presenti sul cantiere per posare le condotte man mano che i muratori, i gessatori, i posatori di pavimenti e i rivestitori delle pareti completano i loro compiti. Al termine dei lavori procedono al collaudo dell’impianto realizzato, alla messa in esercizio e istruiscono il cliente sul funzionamento dei diversi apparecchi installati. Un lavoro, quello dell’installatore elettricista, di fondamentale importanza anche per le economie domestiche private. 

Dei veri medici degli apparecchi a corrente elettrica | Nello svolgimento dell’attività l’installatore e l’installatrice elettricista devono essere molto attenti e prudenti. Con la corrente elettrica non si scherza. Per eseguire qualsiasi lavoro devono utilizzare gli strumenti di controllo e prendere le precauzioni prescritte dall’ASE, dall’Azienda distributrice dell’energia e dalla SUVA. Senza la loro competenza cucinare, lavare, riscaldare, pulire, comunicare e ascoltare musica utilizzando la comoda corrente elettrica sarebbe impossibile. E quando tutto si ferma sono loro a intervenire per effettuare le dovute riparazioni e per eliminare i guasti che si riscontrano negli impianti o negli apparecchi. In questi casi si tratta di localizzare le anomalie, valutare la spesa necessaria e, d’accordo con il cliente, procedere alla riparazione. Infatti, dispone anche delle necessarie conoscenze e capacità per progettare e seguire in modo autonomo installazioni per piccole costruzioni o ristrutturazioni. 

Quale formazione si deve seguire per svolgere questa professione? | Dopo aver assolto la scolarità obbligatoria si deve intraprendere una formazione professionale di base (tirocinio) in un’azienda autorizzata e la frequenza dei corsi alla Scuola professionale artigianale industriale (SPAI) di Mendrisio, 3 giorni quindicinali. La persona in formazione (durata quattro anni) segue pure i corsi interaziendali organizzati dall’associazione professionale (AIET) nel centro di formazione a Gordola. Superati gli esami, si ottiene l’attestato federale di capacità (AFC) di INSTALLATORE ELETTRICISTA o INSTALLATRICE ELETTRICISTA. Nel nostro Cantone stipendi, orari, vacanze, ecc. sono regolamentate dal contratto collettivo di lavoro. Un diploma per una professione che offre anche numerose possibilità di carriera e specializzazioni seguendo dei successivi corsi di formazione superiore.

© Riproduzione riservata

# Elettricista, il professionale artigiano dell'energia # Elettricista, il professionale artigiano dell'energia
Torna indietro
Iscriviti alla newsletter