Aziende
# Il lattoniere
# Il lattoniere

Tra gli artigiani, è considerato un po’ come un artista. Una professione indispensabile, per le nuove costruzioni come per le ristrutturazioni, che esige un’alta preparazione tecnica, una profonda conoscenza dei metalli e una buona dose di creatività.

In officina o in cantiere il lattoniere si occupa di realizzare e installare le parti più esposte alle intemperie, oltre a provvedere alle varie riparazioni che periodicamente si rendono necessarie. In particolare il tetto e le facciate, devono essere munite di canali, tubi, rivestimenti e coperture in lamiera, in rame o in altri materiali. Una professione che unisce le capacità artigianali, tecnologie moderne e creatività, che lasciano una traccia durevole. Un lavoro che non si svolge unicamente sul cantiere: prima di essere montato, ogni singolo pezzo deve essere lavorato in officina. Nella medesima i lattonieri si occupano di tagliare, piegare e lavorare la lamiera secondo precise istruzioni fornite dal disegno, al quale bisogna scrupolosamente attenersi. Queste operazioni sono effettuate con l’uso di macchine e diversificati attrezzi, quali martelli, pinze di vario genere, forbici, forbici elettriche, tenaglie, lime, punteruoli, trapani e saldatore; i materiali più ricorrenti lavorati sono le lamiere d’acciaio, quelle zincate, il piombo, il rame, l’alluminio, l’acciaio inox e, in misura sempre maggiore, le materie plastiche e le leghe moderne. La sagomatura a mano richiede una grande abilità. Sul cantiere invece si eseguono installazioni di ogni tipo, come camini, condotte di ventilazione e aspirazione, tubi tondi e quadrati, scatole a forma di imbuti, impianti parafulmine e coperture di tetti. A tale scopo si assemblano gli elementi in lamiera, brasano o saldano le congiunzioni fra lamiere per renderle stagne, si fissano in posizione pluviali, canali di gronda e coperture, e infine si posano i profilati in lamiera con pulizia e precisione. I lattonieri possono anche essere chiamati a creare oggetti ornamentali per abitazioni o stabili commerciali.

Lattoniere (AFC) / Lattoniera (AFC)

La Formazione professionale di base (tirocinio) dura 3 anni. Si svolge in un’azienda e la frequenza dei corsi alla Scuola professionale artigianale industriale  (SPAI) di Bellinzona è di 1 giorno alla settimana.

Materie d’insegnamento a scuola: amministrazione, ambiente / ecologia, sicurezza sul posto di lavoro, calcolo, conoscenze di base in chimica, conoscenze di base in fisica, conoscenza dei materiali, disegno professionale, tecniche di lavoro, lavorazione della lamiera, preparazione del lavoro, tecniche di fissaggio e di posa, conoscenze edili, tetti a falde, tetti piani, rivestimenti e placcature in lamiera fine, prevenzione degli incendi e dei fulmini, cultura generale, ginnastica e sport.

La persona in formazione segue inoltre i corsi interaziendali organizzati dall’associazione professionale di categoria. Al termine della formazione, superata la procedura di qualificazione (esami), si ottiene l’attestato federale di capacità (AFC) di lattoniere.  Un diploma che apre la via a numerose opportunità di evoluzione e di sviluppo professionale. Per la professione esiste un contratto collettivo di lavoro che regola la professione (orario di lavoro, stipendio, vacanze, ecc.) al quale ci si può riferire per informazioni più precise.

© Riproduzione riservata

# Il lattoniere # Il lattoniere
Torna indietro
Iscriviti alla newsletter