Aziende
# Metalcostruttore
# Metalcostruttore

È un mestiere antichissimo. Già in epoca neolitica (6’000 a.C.) gli uomini avevano imparato a forgiare i primi rudimentali ma efficaci strumenti, servendosi di forni che permettevano di raggiungere le temperature elevate necessarie a fondere e modellare i materiali.

Il metalcostruttore e la metalcostruttrice è lo specialista che realizza su misura e in seguito monta, tutte le parti di un edificio o di una costruzione in genere, costituita totalmente o parzialmente di metallo. Utilizza principalmente l’acciaio e l’alluminio, ma anche altri metalli e leghe (quali il rame, lo zinco, lo stagno, il bronzo e l’acciaio inossidabile) ed altri materiali quali il vetro. Questi artigiani non fabbricano unicamente nuove opere, riparano e procedono anche alla sostituzione di opere metalliche deteriorate. Nell’esercizio dell’attività sono particolarmente attenti al rispetto dell’ambiente, della salute e della sicurezza: evitano di causare inutili rifiuti nocivi, sanno maneggiare e smaltire sostanze pericolose, prevenire gli infortuni, mantenere puliti locali e attrezzature. Questo ambito professionista si occupa anche di costruire oggetti in metallo come manufatti artistici, ringhiere, cancelli, corrimano, inferriate, porte, scale. Per lo svolgimento della sua attività quotidiana utilizza svariati strumenti, utensili e apparecchiature, come pinze e forme per la forgiatura, la pressa meccanica e la fornace, oltre agli immancabili incudine e martello che caratterizzano l’iconografia professionale del fabbro sin dalla notte dei tempi. Per lavorare nell’officina di occorrono un’ottima manualità, creatività, precisione, capacità di visualizzare gli oggetti nello spazio e flessibilità nell’eseguire diverse lavorazioni. Nell’officina il loro compito consiste nel costruire, su misura e sulla base dei piani, pezzi finiti. Sul cantiere, con l’aiuto dei colleghi, montano i pezzi realizzati in officina. Per il trasporto e il montaggio di opere di grandi dimensioni si servono della gru e di carrelli elevatori, infine procedono al fissaggio definitivo. I metalcostruttori che hanno seguito l’indirizzo professionale “lavori di fucinatura” si specializzano nelle tecniche di lavorazione a caldo dei metalli: p. es. riscaldamento dell’elemento nel fuoco, forgiatura (plasmatura) sotto il maglio o sull’incudine con il martello, raffreddamento. Realizzano così opere d’artigianato in ferro battuto (cancelli, ringhiere e inferriate), modificano o riparano oggetti esistenti. I metalcostruttori che hanno seguito l’indirizzo professionale “costruzioni in acciaio” si specializzano nelle costruzioni in acciaio convenzionali e in oggetti di grosse dimensioni quali ad esempio: capannoni, ponti, strutture metalliche, ecc. Padroneggiano inoltre le varie tecniche di saldatura.

Metalcostruttore (AFC) / Metalcostruttrice (AFC). Quale formazione di base? |  Il tirocinio avviene in un’azienda autorizzata, e frequentando dei corsi alla Scuola professionale artigianale industriale (SPAI) di Bellinzona 1, 1½ giorni alla settimana. La formazione ha una durata di 4 anni

  • Sono offerti tre differenti indirizzi professionali: metalcostruzione, lavori di fucinatura o costruzioni in acciaio.
  • Materie d’insegnamento a scuola: economia e organizzazione aziendale, logistica e gestione del materiale, ambiente e sicurezza, tecniche di costruzione, fabbricazione, montaggio, manutenzione, documentazione tecnica, lavori specifici dell’indirizzo professionale, cultura generale e educazione fisica.
  • Inoltre la persona in formazione segue i corsi interaziendali al Centro professionale di Gordola, con frequenza a blocchi settimanali, che completano la formazione scolastica e in azienda con conoscenze specifiche al ramo di attività. Possibilità di conseguire la maturità professionale.

© Riproduzione riservata

# Metalcostruttore
Torna indietro
Iscriviti alla newsletter