Aziende
# Sostituire il riscaldamento domestico
# Sostituire il riscaldamento domestico

a cura di MINERGIE® Svizzera, Agenzia Svizzera italiana | 

Con l’arrivo dell’inverno e l’abbassamento delle temperature, è bene preoccuparsi dell’impianto di riscaldamento che tiene calda la nostra casa. Molte sono oggi le opinioni su quale sia il sistema più efficiente e conveniente; la scelta della soluzione più adatta, di fatto, non è semplice e tante sono le variabili da considerare.

Se il vostro riscaldamento è quasi a fine corsa oppure dovrà essere sostituito nei prossimi anni, è necessario che vi prendiate il tempo per esaminare i molteplici aspetti che vi permetteranno di fare una scelta sistematica. Come ben sappiamo, esistono sul mercato vari tipi di impianti di riscaldamento, così come diversi sono i vettori energetici tra cui possiamo scegliere. Oltre a un’attenta valutazione dei pro e contro di ciascuna soluzione – considerando i costi di investimento per l’impianto, la sua sostenibilità, le spese per l’energia e la sicurezza di approvvigionamento – è necessario tener conto di alcuni aspetti altrettanto importanti ancor prima di scegliere il tipo di impianto a cui vogliamo affidarci. Ripercorriamoli insieme.

1 - Controllare l’isolamento termico dell’edificio | Il primo aspetto da esaminare è sicuramente l’isolamento termico dell’edificio. La situazione energetica di un immobile è infatti decisiva per la scelta del tipo di riscaldamento. Prima di scegliere il nostro nuovo impianto, dovremo pertanto esaminare le prestazioni dell’involucro edilizio della nostra casa, poiché l’intervento che rende effettivamente reale il risparmio nelle spese per il riscaldamento, è quello rappresentato da un adeguato isolamento termico dell’immobile. Il principio è semplice: prima miglioro l’involucro dell’edificio (sostituzione delle finestre, isolamento termico del tetto, facciata e scantinato), poi scelgo l’impianto. Il vantaggio consiste nel poter installare un impianto di riscaldamento più piccolo, più efficiente e quindi più conveniente. Consumeremo così meno energia mantenendo lo stesso comfort.

2 - Riscaldare risparmiando elettricità | Un altro punto essenziale da tenere presente è il consumo di elettricità. Considerando che metà del consumo energetico svizzero è imputabile al settore degli immobili, limitare l’utilizzo dell’elettricità per il riscaldamento è essenziale per raggiungere gli obiettivi della politica energetica. Se si opta per un riscaldamento che impiega energia elettrica, priorità quindi ai riscaldamenti elettricamente parsimoniosi, quindi di fatto alle pompe di calore.

3 - Energia rinnovabile e impiantistica efficiente | Spesso di fronte alla varietà di prodotti disponibili sul mercato, sostituire il vecchio riscaldamento con una sua nuova versione che utilizza la stessa fonte energetica, appare la soluzione più immediata e semplice. Non sempre però si tratta della scelta più economica e nemmeno della più ecologica. Se ad esempio il vostro vecchio riscaldamento sfruttava l’energia fossile, esistono alternative decisamente più sostenibili che permettono di ridurre consumi, costi e l’impatto sull’ambiente. Qualora ne esista la possibilità, l’opzione migliore dal punto di vista energetico è senz’altro l’allacciamento a una rete di teleriscaldamento, che sfrutta il calore residuo prodotto da un impianto di incenerimento dei rifiuti urbani per riscaldare i locali oppure da fonti rinnovabili come la legna o ancora la cosiddetta “cogenerazione”, ossia produzione contemporanea di energia elettrica e termica. Nell’ambiente che ci circonda sono racchiuse però anche enormi quantità di energia pulita che può essere utilizzata più o meno direttamente in impianti efficienti che permettono di ridurre o addirittura annullare le emissioni di CO₂. I vettori energetici più sostenibili sono sicuramente il calore ambientale e la legna: nel primo caso, il calore presente nell’ambiente (aria, acqua di falda e terreno) viene utilizzato da una pompa di calore per riscaldare gli ambienti interni grazie a una quota minima di elettricità; la legna è invece una fonte energetica rinnovabile con un bilancio neutrale della CO₂ la cui combustione in impianti moderni – che non sporcano, soddisfano severe prescrizioni in materia di protezione dell’aria e funzionano con un consumo pressoché nullo di corrente elettrica – crea un’atmosfera rilassante e familiare. Un altro vettore energetico utilizzato per il riscaldamento è il gas, che va distinto in gas naturale e biogas. Il gas naturale è una fonte fossile con combustione a basse emissioni di CO₂ e con un consumo ridotto di elettricità (se utilizzato in impianti efficienti), mentre il biogas è una fonte energetica rinnovabile e CO₂-neutrale prodotta a partire da scarti organici. Il biogas è quindi una scelta più sostenibile rispetto al gas naturale, che però è sicuramente preferibile rispetto ad altri vettori ancor meno ecologici, come può essere l’olio combustibile. Malgrado oggigiorno l’olio combustibile e il gas naturale vengano utilizzati in caldaie a condensazione¹ ad alta efficienza energetica e – conformemente alle prescrizioni energetiche in vigore – solo in combinazione con ulteriori provvedimenti (ad es. isolamento termico aggiuntivo, impianto fotovoltaico e aerazione controllata), rimangono dei vettori energetici fossili con un elevato impatto ambientale, dipendenti dall’importazione e dalle oscillazioni dei prezzi di mercato. Vale quindi sicuramente la pena scegliere delle alternative più ecologiche, che utilizzano fonti rinnovabili di energia e non hanno ripercussioni negative sull’ecosistema. I riscaldamenti a energia rinnovabile sono inoltre a volte più vantaggiosi anche dal lato economico: nella scelta di un impianto non vanno infatti considerati solo i costi di investimento, bensì anche i risparmi sull’esercizio e gli incentivi disponibili². Oltre ad avere una temperatura confortevole nei mesi freddi, è necessario altresì poter disporre quotidianamente di acqua calda. Anche per il riscaldamento dell’acqua esiste una soluzione ecologica: l’impianto solare termico. Un sistema solare termico produce acqua calda sanitaria (e, in alcuni casi, parte dell’energia necessaria al riscaldamento dei locali) grazie all’energia solare assorbita da appositi collettori e può essere abbinato a qualsiasi sistema di riscaldamento. Si tratta di un investimento intelligente, in quanto l’energia del sole è gratuita, rinnovabile e permette di ottenere un risparmio fino al 70% sulle spese per l’acqua calda. Inoltre, anche i sistemi di solare termico beneficiano di aiuti finanziari a livello cantonale e spesso anche dai singoli Comuni. Le statistiche relative agli edifici Minergie in Ticino confermano l’importanza di utilizzare vettori energetici rinnovabili per vivere in una costruzione energeticamente efficiente con un elevato comfort abitativo: nei 2/3 degli edifici certificati è infatti installata una pompa di calore, in quasi il 10% è presente un impianto solare termico e in circa il 7% è stato scelto un riscaldamento a legna³. Un dato decisamente positivo che dovrebbe essere esteso all’intero parco immobiliare, nel quale invece ancora oggi prevale l’utilizzo dell’olio combustibile.

4 - Offerte globali, garanzia di prestazione e manutenzione | Se nella fase iniziale può essere utile richiedere una consulenza orientativa e coinvolgere un esperto nel processo decisionale, dopo aver scelto il tipo di impianto più adatto al nostro edificio e alle nostre esigenze, diventa essenziale rivolgersi agli addetti del mestiere affinché venga effettuato un appropriato dimensionamento e vengano definiti tutti gli interventi necessari, che devono essere riassunti in un’offerta globale. A lavori ultimati, agli installatori andranno poi richieste la garanzia di prestazione, che testimonia la corretta installazione dell’impianto, e il protocollo di consegna e messa in funzione, dove sono registrate tutte le procedure e le istruzioni d’uso. Il consiglio è di chiedere sempre agli installatori di istruirvi sul corretto utilizzo dell’impianto, in quanto una volta installato e regolato, un impianto di riscaldamento necessita di un’attenta ottimizzazione per assicurarne un funzionamento efficiente.

5 - Piccoli accorgimenti che fanno la differenza | Per ridurre significativamente i consumi energetici è possibile fare di più. Oltre a limitare le perdite energetiche dell’involucro, scegliere un sistema di riscaldamento energeticamente efficiente, assicurarsi della corretta esecuzione dei lavori svolti dagli installatori ed essere formati sull’utilizzo dell’impianto, è importante riflettere anche sulle nostre abitudini quotidiane, soprattutto durante il periodo invernale. In una casa ben isolata, riscaldare correttamente vuol dire ad esempio regolare la temperatura interna al di sotto dei 20°C nei locali meno utilizzati, indossare abiti appropriati alla stagione e arieggiare in modo rapido ma decisivo i locali spalancando brevemente le finestre per tre volte al giorno, naturalmente qualora non fosse previsto un impianto di aerazione controllata che provvede autonomamente a questa funzione, nel modo più efficiente possibile. Esistono svariati piccoli accorgimenti di questo tipo che richiedono uno sforzo minimo, ma che garantiscono grandi risultati nell’ottica di un abitare sostenibile. Rivolgendo lo sguardo alla tutela dell’ambiente e seguendo gli aspetti riassunti in questa breve rassegna, riuscirete senz’altro a fare la scelta migliore per sostituire il vostro impianto di riscaldamento, riducendo consumi e costi di esercizio.

Panoramica sulla scelta dell’energia per il riscaldamento⁴ (vedi tabella, immagine 5)

  1. Le moderne caldaie a condensazione recuperano il calore dal vapore acqueo generato raffreddando i gas combusti con un rendimento estremamente elevato (fino al 98%).
  2. Vedi “Decreto esecutivo del 12.10.2011”, www.ti.ch/incentivi.
  3. Fonte: “Statistiche sui produttori di calore negli edifici Minergie in Ticino (2000-2014)”, MINERGIE® Svizzera, Agenzia Svizzera italiana.
  4. Fonte: “Guida al riscaldamento”, www.pro-camino.ch

Link utili

www.svizzeraenergia.ch
www.ticinoenergia.ch
www.minergie.ch
www.geothermie.ch
www.app-si.ch/pompe-di-calore-certificate.html
www.energia-legno.ch
www.swissolar.ch
www.gas-naturale.ch

Per maggiori informazioni: www.minergie.ch
Foto: © MINERGIE® Svizzera, Agenzia Svizzera italiana

© Riproduzione riservata

# Sostituire il riscaldamento domestico # Sostituire il riscaldamento domestico # Sostituire il riscaldamento domestico # Sostituire il riscaldamento domestico # Sostituire il riscaldamento domestico
Torna indietro
Iscriviti alla newsletter