Aziende
# Un piano cottura sempre splendido splendente
# Un piano cottura sempre splendido splendente

Per realizzare al meglio il sogno nel cassetto di chi ama cucinare con amore e passione, il desiderio di avere a disposizione un piano cottura che si evidenzia per precisione, comodità e sicurezza, è certamente una priorità. Le soluzioni in commercio sono molteplici, ma poi, come si pulisce senza danneggiare il vetroceramica?

Il principio di funzionamento dei piani cottura ad induzione avviene attraverso delle speciali bobine poste sotto al piano cottura in vetroceramica: in questo modo generano un campo magnetico, il quale viene direttamente trasferito al pentolame, convertendosi in calore. Il piano cottura ad induzione garantisce la massima efficienza di funzionamento. La regolazione, estremamente precisa e flessibile, garantisce la corretta temperatura per ogni preparazione, dalla più elevata, per far bollire in pochi minuti l’acqua della pasta o per fritture perfette, fino alla sostituzione della cottura a bagnomaria per far sciogliere il cioccolato senza rischi di farlo attaccare. Il calore viene inoltre distribuito in maniera costante ed uniforme. I piani cottura a induzione, avendo una superficie completamente piana, sono più facili da pulire rispetto ai tradizionali piani cottura a gas. Il piano cottura della nostra cucina necessita di una pulizia costante per restare bello e splendente. È consigliabile pulirlo subito dopo aver cucinato, per evitare che lo sporco si incrosti o che sul piano cottura restino degli antiestetici aloni. I piani cottura vanno puliti in maniera diversa a seconda del materiale con cui sono stati realizzati, ma ci sono delle regole base che si possono applicare a tutti i piani cottura.

Prima di procedere alla pulizia dobbiamo prestare attenzione a tre aspetti:

  • Verificare che il piano sia spento e non ci sia calore residuo (pericolo di ustioni);
  • Per evitare di danneggiare il piano cottura, non utilizzare prodotti aggressivi (ad esempio: spray da forno, sciogli macchia, pulitori ad alta pressione o apparecchi a vapore, spugne abrasive) e appuntiti;
  • I residui di detergente danneggiano il piano induzione, quindi vanno eliminati con acqua.

Per effettuare una buona pulizia del piano in vetroceramica è consigliabile procedere come segue:

  • Pulire la superficie in vetro con un panno umido e un po’ di detergente per vetroceramica;
  • Asciugare il piano induzione con un panno asciutto;
  • Per lo sporco più resistente, è possibile eliminarlo con un raschietto per il vetro (appoggiate il raschietto per vetro obliquamente alla superficie in vetroceramica ed eliminate lo sporco facendo scorrere delicatamente la lama sulla superficie del piano induzione);
  • Per tutte le parti in acciaio inox o in alluminio quali profili, cornici, ecc., utilizzare esclusivamente acqua e sapone neutro.

Quali i vantaggi del piano cottura in vetroceramica?

  1. È molto facile da pulire.
  2. Essendo alimentato a corrente elettrica, offre una maggiore sicurezza .
  3. Trattandosi di una superficie perfettamente piana, non sussiste il rischio che il pentolame si rovesci.
  4. Tempi di risposta alla variazione dell’intensità di calore, istantanei.
  5. Le zone di cottura sono dotate di riconoscimento automatico della pentola.
  6. Il piano in vetroceramica viene scaldato unicamente dal calore del pentolame stesso, quindi la temperatura di esercizio sarà nettamente inferiore rispetto ai piani radianti con resistenza o alogeni. 
  7. Risparmio sulla bolletta elettrica.
  8. La parte di vetroceramica che circonda la zona di cottura resta fredda, quindi non sussiste il rischio di scottature.
  9. I tempi di cottura per portare in temperatura il pentolame sono notevolmente ridotti.
  10. Cottura perfettamente uniforme, grazie alla distribuzione del calore su tutto il fondo del pentolame.

© Riproduzione riservata

# Un piano cottura sempre splendido splendente
Torna indietro
Iscriviti alla newsletter